8 Giugno 2020
Trovato accordo con Regione per bonus agriturismi. Costante pressione di Coldiretti perché fossero tutelate tutte le strutture.

Il tavolo, fortemente voluto da Coldiretti Piemonte, che si è tenuto in Regione con il governatore Alberto Cirio e gli assessori al turismo e all’agricoltura ha portato buoni risultati per gli agriturismi. È stato trovato infatti un accordo con la Regione Piemonte affinchè tutti gli agriturismi possano beneficiare dei bonus previsti dopo che il comparto ha risentito del lockdown con perdite anche fino al 100%, un sostegno fondamentale in questa fase di ripartenza per un settore che, oltretutto, valorizza il Made in Piemonte e il territorio circostante.

“La nostra determinazione insieme ad un lavoro costante e continuo hanno portato la Regione a prendere atto di una situazione da rivedere e questo ha permesso di arrivare a raggiungere un obiettivo che riteniamo importante per gli agriturismi piemontesi che, altrimenti, rischiavano ingiustamente di essere esclusi”, spiega Sara Baudo presidente di Coldiretti Novara-Vco. “In questa partita abbiamo mantenuto una posizione univoca e ben precisa, fin da subito, nell’interesse di tutte le imprese agrituristiche che, grazie al loro lavoro, presidiano territori a rischio abbandono e offrono servizi che assumono valenza sociale e di tutela agro-ambientale”.

Alcuni agriturismi rischiavano di essere esclusi per una problematica relativa ai codici Ateco individuati, soprattutto quelli legati all’agricoltura, e Coldiretti ha ricordato che l’attività principale delle aziende agrituristiche deve rimanere quella agricola.