9 Gennaio 2008
COLDIRETTI NOVARA VCO, I PENSIONATI COLTIVATORI NON PAGHERANNO L’ICI NEI FABBRICATI RURALI DOVE HANNO LA RESIDENZA

“Un provvedimento positivo, che avrà impatto ed interesserà numerose persone anche nel territorio delle due province di Novara e del Verbano Cusio Ossola”.
Così il direttore della Coldiretti interprovinciale Diego Furia commenta le disposizioni d’esonero dal versamento dell’Ici per i fabbricati rurali in cui hanno la residenza, di recente ribadite confermate a livello nazionale.
Di fatto, viene riconosciuto che il non esercitare più l’attività agricola (e, conseguentemente, di non avere più a proprio carico i terreni) non fa decadere il beneficio.
 
Trova conferma, dunque, quanto previsto dal decreto legge del 30 dicembre 1993, n°557, avvalorato da una sentenza della Commissione regionale del Lazio, datata 12 dicembre 2006.
In questo caso,  è stato respinto l’appello di un Comune che, dopo l’esito negativo della sentenza di primo grado, aveva presentato ricorso sostenendo che fosse diritto della civica amministrazione esigere il versamento delle annualità di imposta dal 1998 sino al 2002, visto che i proprietari dell’immobile non erano più impegnati nella conduzione dei campi.
 
“Si tratta certamente di una bella notizia per i tanti pensionati agricoli delle nostre due province: persone che, con il loro quotidiano lavoro, hanno consentito a queste fertili terre agricole di prosperare e assicurare continuità all’intera economia del territorio: per una volta, a loro è giunto il giusto riconoscimento per l’importante – e faticoso – lavoro svolto”.
 
Ancora il direttore Furia ricorda come sia stata “importante e decisiva la battaglia supportata dall’associazione pensionati della Coldiretti e dal Cupla, il Comitato unitario pensionati del lavoro autonomo cui aderiscono tutte e otto le associazioni delle categorie del settore agricoltura, artigianato e commercio”.
Una battaglia che si è dunque chiusa con esito favorevole per gli  imprenditori agricoli a riposo.
 
Ed anche il presidente nazionale dei pensionati Coldiretti Natale Carlotto usa parole soddisfatte per commentare questo “punto di svolta”: “Il provvedimento legislativo che approda alla parola fine sulla questione ci procura molta soddisfazione.
Purtroppo, in attesa della conclusione della diatriba, il disposto legislativo del 1993 è stato ignorato da molti Comuni, a causa di inesattezze interpretative.
A questo punto è necessario fare chiarezza. Ribadiamo che i pensionati del mondo agricolo non sono soggetti all’Ici per l’abitazione stabile, classificata rurale, anche se non hanno più la disponibilità dei fondi e non sono iscritti all’Inps ed all’albo della Camera di commercio”